Chi c’è dietro Sui muri di Milano? Intervista a Giacomo Cadeddu

giacomo cadeddu

Di cosa parla il tuo blog Sui muri di Milano? Come mai hai scelto questo tema e questo nome?

«Il mio blog nasce semplicemente da una mia passione, ossia andare in giro a cercare in ogni città la street art, che è anche una forma di turismo molto più interessante rispetto a quelle classiche. Questo tipo di arte racconta lati di una città che altrimenti non sarebbero comprensibili. Ho scelto come nome “Sui muri di Milano” perché la street art si fa principalmente sui muri. Mi concentro più su soggetti che raccontano una storia o figure più elaborate, quasi mai su tag o scritte, a meno che reputi il loro messaggio particolarmente interessante.»

Il post che ti piace di più? E perché?

«Il post che mi piace di più non l’ho ancora pubblicato. Parla degli omini rosa che si vedono in giro per Nolo (North of Loreto). Ho scattato una foto in via Padova a uno di questi omini rosa, l’ho pubblicata sul profilo instagram del blog taggando l’autore, Christian, e abbiamo cominciato a sentirci. Da lì è nata l’intervista che pubblicherò a breve.»

Hai altri interessi oltre a ciò di cui parli nel blog?

«Chiaramente il giornalismo. In generale tutto ciò che è lettura e che racconta una storia. Film, musica, romanzi, arte. Poi viaggiare. La mia città preferita fuori dall’Italia è Berlino, dove sono stato tre volte. Ciò che mi ha stregato di Berlino è la sua atmosfera, in tutti i quartieri si respira un’aria diversa, forse perché ha tre centri, ognuno con la sua personalità. Da quando ho iniziato la Tobagi non ho più molto tempo libero e la cosa che mi manca di più qui a Milano sono le passeggiate con il mio cane in collina a Genova, la mia città natale.»

Perché vuoi fare il giornalista?

«Ho deciso di iniziare questo percorso perché due delle cose che mi sono sempre piaciute di più sono i luoghi e le persone. Di cui mi sono sempre immaginato le loro storie e segreti. Così mi piacerebbe raccontarli per mestiere.»

Come ti vedi tra 5 anni?

«Spero felice. Idealmente giornalista, sogno i documentari sui viaggi, sulle culture e, se possibile, sulla street art in giro per il mondo.»

Chiacchierando gli segnalo BLocal, il blog di Giulia, una mia ex collega a Malta, su tematiche che incontrano il gusto e l’interesse di Giacomo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...